Maestra di Sci e Mamma

Maestra di Sci e Mamma

Le nostre giovani Maestre di Sci

  • 07 nov 2020

Sono una Maestra di Sci. E sono anche la giovane Mamma di due bellissimi bambini. Diventare maestra di sci è stata la realizzazione di anni di fatica e allenamenti, di risate eLacrime: l’obiettivo da raggiungere, voler insegnare questo meraviglioso sport, trasformare la passione in professione, trasmettere la passione agli altri. Da quando sono mamma le cose sono cambiate, ovviamente: la levataccia delle mattine invernali prima non mi pesava, sveglia all’ultimo minuto, di corsa in macchina per poi arrivare sulle piste. Ora invece tutto va programmato per sistemare i bimbi e prepararmi al lavoro. Eppure riesco ad apprezzare ancora di più il viaggio verso Madonna di Campiglio, con il buio ancora nel cielo, le Dolomiti intorno a me, il sole che piano piano inizia a sorgere dietro quelle cime e ogni volta è come se questo meraviglioso paesaggio mi facesse scordare le notti passate in bianco tra pannolini e capricci e le varie difficoltà che ogni giorno mi si presentano davanti. Nonostante gli anni e le fatiche trascorse, non passerà mai la mia passione per lo sci. Ogni volta che metto gli sci ai piedi infatti, l’emozione è la stessa di quando da piccola andavo con mio papà sulle piste e sentivo il vento gelido sulle guance, vedevo il paesaggio intorno passare veloce e provavo dentro di me la sensazione di libertà e pace che solo lo sci sa regalarmi. Il lavoro del maestro di sci non significa solo tecnica e spiegazione di movimenti e posizioni, ma consiste anche nel riuscire a trasmettere la passione che noi abbiamo dentro da sempre. Capire la persona che si affida a noi, ciò che desidera e ciò che prova è la sfida più grande da affrontare, ma allo stesso tempo è l’aspetto che ci fa amare così tanto la nostra professione. Ogni giorno incontriamo persone diverse, per le quali noi possiamo diventare una vera e propria fonte di fiducia, ed è quindi nostro compito essere sempre all’altezza, impegnandoci al massimo persoddisfare le esigenze e le aspettative di tutti i nostri clienti. Ed è ancora più bello e delicato quando l'allievo è un bimbo. Per un allievo i timori di affrontare qualcosa di nuovo sono normali, perchè lo sci è uno sport di velocità eAdrenalina: è proprio in quel momento che il maestro di sci diventa il loro salvagente, per poter diventare autonomi e divertirsi sempre di più.

Uno dei cambiamenti lavorativi più forti che ho notato da quando sono diventata mamma è la comprensione nei confronti dei genitori che ci affidano i loro cuccioli, sia nelle lezioni private che nelle lezioni di gruppo. Così come il distacco dal genitore, ritengo inoltre fondamentale il confronto con i genitori a fine lezione.Insomma, essere Mamma e Maestra di Sci è un’esperienza “completa” che sono fiera di mettere a disposizione dei nostri allievi con i colleghi maestri nella mia scuola di sci. Ci vediamo sulle piste!

 

Blogger: Elisa